venerdì 4 agosto 2017

Il rap che esalta la bellezza dei vegani: ecco com'è nata la canzone con il tormentone dell’estate


Il tormentone dell’estate fa rima con vegano e con la leggerezza intelligente di una canzone che affronta un argomento serio in modo simpatico. E’ la rapper tortonese Valentina Rubini a servire su un piatto – per restare in tema - di frutta e verdura la sua chiave d’interpretazione per offrire ai carnivori la possibilità di «redimersi», suggerendo loro un percorso sano ed etico di avvicinamento al cibo. 
Il brano, scanzonato più che mai, si chiama «Baciami il Vegano»: la ventinovenne Valentina canta con un altro rapper di Tortona, Andrea Barone, 26 anni, in arte BerronZZ. «Insieme a lui e grazie ad Elena Forlino, che ha curato la parte video, abbiamo dato vita alla prima hit estiva vegana e cruelty free. Lo stesso Andrea, che non è vegano e con cui ho un bel rapporto professionale, sta cominciando a cambiare punto di vista.Ci siamo esibiti, ad Ostia, all’evento no profit Social Days e a Borgomanero in un festival vegano. Andrea mi fa da spalla e, con così tante strofe da interpretare dal vivo, mi fa riprendere fiato ed è di grande aiuto». 

L’ambientazione della canzone, un po’surreale, è fra Tortona e Pian del Poggio e spiega in modo ironico come «i vegani siano più belli» e, per motivi raccontati anche nei salotti televisivi, sia bene sceglierli e baciarli. Come ogni inno alla gioia e al sentirsi bene con se stessi e con gli altri, «Baciami il Vegano» ha un finale tutto da vedere, oltre che da canticchiare: un elenco di vegani attivisti del Nord Italia ha risposto col sorriso, all’appello di Valentina. «Ho deciso di dedicare questa canzone, missata da Conal Doyle - racconta - alla memoria di Vittorio Togni, un giovane biologo morto in questi giorni in un incidente. Ero titubante sul far uscire o meno un brano dai toni scherzosi proprio a ridosso di questa disgrazia, poi mi sono confrontata con chi lo conosceva e abbiamo capito che gli avrebbe fatto piacere. Ogni volta che teneva una conferenza sull’alimentazione devolveva il compenso alla causa vegana». 

Anche la canzone è solidale: è possibile scaricarla gratuitamente dal canale YouTube di Valentina Rubini o dare un contributo che sarà girato alle associazioni di volontariato del Tortonese. 

Nessun commento:

Posta un commento